Nuovo governo

18 Nov

il Prof. Mario Monti ha presentato il suo governo al Senato i suoi Ministri hanno giurato davanti al Presidente Napolitano e si incomincia. Ieri leggevo sul quotidiano le biografie dei vari ministri, e che biografie! Quello più sgarrupato ha fatto “solo” politica ma a livello tecnico, cioè si è sempre tenuto fuori fai protagonismi dei partiti intervenendo solo quando aveva effettivamente qualcosa da dire. Ci sono tre ministre donne e che ministre! Una docente universitaria esperta di welfare e diritto del lavoro che insegna all’Università di Torino, una avvocatessa che oltretutto ha una invalidità evidente che vive con assoluta dignità e forza e poi la superprefetta che ha amministrato Bologna per un anno e mezzo fino alle elezioni amministrative dell’anno scorso. I bolognesi molto pragmaticamente volevano confermarla per altri cinque anni: è brava e da sola fa il lavoro di una giunta di cinque-sette. vuoi mettere il risparmio? Un ambasciatore con sfilza di cognomi che denuncia natali non proprio proletari. C’è un banchiere che mai non guasta, insomma sembra il Consiglio di Amministrazione di una Fondazione Privata tipo il FAI o la Compagnia di San Paolo. Spero che vada bene anche per amministrare un Paese intero. Incrociamo le dita

Annunci

5 Risposte to “Nuovo governo”

  1. Anonimo SQ 18 novembre 2011 a 8:47 pm #

    Mah ! Speriamo bene.
    A volte basterebbe un po’ di buon senso e di umiltà, ma non sempre professori ed economisti brillano in questo.
    Speriamo soprattutto nell’equità negli (inevitabili) sacrifici. Del senso unico e egli amici degli amici non se ne può più.

    Anonimo SQ

    • Elisa 19 novembre 2011 a 7:03 pm #

      Concordo e confido nella statura morale del nuovo governo almeno su questo

  2. povna 19 novembre 2011 a 11:15 am #

    La prima uscita del ministro dell’ambiente non è di buon auspicio. Speriamo nel futuro…

    • Elisa 19 novembre 2011 a 7:02 pm #

      Povna la prima uscita me la sono persa. Cosa ha fatto o detto?

  3. 'povna 19 novembre 2011 a 7:04 pm #

    tipo che sul nucleare “sì a certe condizioni”… senza contare quella cosina chiamata referendum di sei mesi fa… 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: