Archivio | 5:06 PM

questione di stile

20 Dic

Il mio ufficio, e quello dei miei cinque colleghi, per ragioni di mancanza di spazio è ospitato all’interno di un’altra struttura ma sempre nello stesso palazzo.

Il Dirigente è  giovane, laureato da pochi anni e ha l’aria del super-mega-capo. Fa di tutto per dimostrare almeno dieci anni di più. Da poco che dirige e ha già capito come funziona: fatti coinvolgere il meno possibile ed evita le grane come la peste… fino a quando non  ti cadono addosso come una valanga.

Ma questo è un discorso lungo nella Pubblica Amministrazione.

Manca comunque dei normali strumenti di buona educazione,  o forse questa non fa parte del programma di studi della Scuola Superiore di Amministrazione o come cavolo si chiama…..

Infatti oggi la sua struttura ha fatto la festicciola di Natale e noi cinque non siamo stati inviatati……ma dato che negli uffici si viene a sapere anche dell’andamento dei dentini da latte della nipotina della collega del sesto piano corridoio a destra anche se tu stai al primo piano corridoio a sinistra lo sapevamo e abbiamo fatto elegantemente finta di nulla quando passavano panettoni, torte fatte in casa, spumanti, ecc… tutto “di nascosto”  in direzione saletta riunioni al piano di sotto.

Si vede che qualcuno gli ha fatto notare la nostra assenza o gli è arrivata all’orecchio qualche battuta, fattostà che è venuto dell’ufficio dove stava una delle mie due cape e dice:

“Sa non vi abbiamo contati per i saluti di Natale perchè la saletta è piccola e tutti non ci si stava!”

Non me ne frega nulla del brindisi, ma come cittadina  uno così lo manderei a casa: è uno stipendio rubato.

Elisa