Archivio | 4:48 PM

Election Days

7 Mag

Questo fine settimana è “epocale”, e si sono svolte le elezioni in diversi paesi

Presidenziali in Francia, Politiche in Grecia, alcuni land nordici della Germania lo Scl-…. olstein o come cavolo si chiama quel land conteso tra Danesi e Tedeschi ai tempi del buon Bismarck e non ultime le elezioni amministrative in Italia (900 comuni circa)

Elemento comune? Beh intanto la sinistra sta  vincendo, ma soprattutto la destra sta arretrando e levando le tende, anche se da festeggiare c’è ben poco perchè governare con questi chiari di luna è roba da tremore ai polsi….

In Francia Sarkò e Carlà devono sloggiare dall’Eliseo e dire che non mi dispiace neanche un po’ è un eufenismo. La mia stima nei confronti dell’ex Presidente Francese era di poco superiore a quella che provavo per il Berlu. Benvenuto Ms. Hollande spero che sappia mettere un pochetto a posto la Signora Merkel che si è un cicinin “allargata” in questi anni grazie alla sponda offerta da Sarkò. Il binomio Europa uguale Gernania è ancora tutto da dimostrare.

In Grecia hanno vinto gli estremi di sinistra e di destra (6 per cento i nazisti!!! Urka che paura :-() ma la situazione sembra ingestibile e probabilmente si dovrà tornare alle urne salvo improbabili  “Grosse Koalition” che ai  greci se parli in tedesco te menano!!!!0 I partiti storcii come il Pasok sono andati a gambe all’aria.

In Italia? A stare alle prime proiezioni il Pdl sembra crollato, la sinistra tiene e i grillini possono cantare come in un campo estivo sotto il solleone e voglio vederli “Grillo & C” a governare un Comune con il cittadino che ti placca sotto casa per il marciapiede rotto, la raccolta rifiuti che non funziona, l’IMU e lo Stato che non ti gira le risorse anche se ti toccherebbero e il patto di stabilità.

Ma soprattutto uno e fondamentale è il quesito che gira tra gli aficionados di Facebook, di quelle domande che non ci dormi la notte:

“Quanti mesi passeranno prima che Carlà divorzi da Sarkò?” 🙂

Elisa