Archivio | 2:24 PM

bastardi

20 Mag

Quando ero ragazzina consideravo due posti dove mi sentivo sicura, dove nessuno avrebbe potuto farmi del male: la casa e la scuola. A casa avevo i miei genitori che pensavano al mio benessere e alla mia tranquillità, e la scuola era una appendice della mia famiglia. Era mio dovere andarci e istruirmi per poter affrontare al meglio il futuro.

Ora l’dea che un bastardo o un gruppo di bastardi possa minare la sicurezza di tanti ragazzi, nella realtà ragazze, perchè mettono tre bombole di gas in un cassonetto e lo manovrano con un timer a distanza, fa venire i brividi che tu sia un genitore, uno studente o un cittadino.

Mi auguro che i colpevoli paghino il conto con la giustizia e vengano presi al più presto

Elisa