bastardi

20 Mag

Quando ero ragazzina consideravo due posti dove mi sentivo sicura, dove nessuno avrebbe potuto farmi del male: la casa e la scuola. A casa avevo i miei genitori che pensavano al mio benessere e alla mia tranquillità, e la scuola era una appendice della mia famiglia. Era mio dovere andarci e istruirmi per poter affrontare al meglio il futuro.

Ora l’dea che un bastardo o un gruppo di bastardi possa minare la sicurezza di tanti ragazzi, nella realtà ragazze, perchè mettono tre bombole di gas in un cassonetto e lo manovrano con un timer a distanza, fa venire i brividi che tu sia un genitore, uno studente o un cittadino.

Mi auguro che i colpevoli paghino il conto con la giustizia e vengano presi al più presto

Elisa

 

Annunci

Una Risposta to “bastardi”

  1. Caterina Milanesio 20 maggio 2012 a 9:31 pm #

    Mi associo. Anch’io lavoro in una scuola e penso che dovrebbe essere uno dei posti più sicuri per un ragazzo. Inoltre anch’io ho un figlio unico e non oso pensare al dolore che proverei se non tornasse più da scuola o dal lavoro. Come tutti, anch’io sono annichilita e spero proprio che quel pazzo assassino venga catturato al più presto, prima che possa ripetersi ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: