Archivio | 3:58 PM

e tre

7 Giu

Dal primo giorno di lavoro mi è stato insegnato che il cliente ha sempre ragione e so che chi viene allo sportello a reclamare o richiedere qualcosa ha (quasi sempre) sacrosanto diritto ad ottenere  e se non lo ha bisogna gentilmente fargli capire il perchè.

Ma domani devo per la terza volta fare un pagamento che non è andato a buon fine.

La prima volta perchè la figlia ha fornito il suo conto corrente (senza dire che era il suo), la seconda perchè la madre rimasta vedova si è dimenticata di dire alla figlia che ha chiuso il conto di una vita perchè era cointestato con il marito e questt’ultima ha comunicato le coordinate sbagliate perchè si è confusa,

Spero che adesso vada tutto bene,. perchè francamente ne ho un po’ le scatole piene! 

Vabbè

Elisa