Archivio | 4:21 PM

Tributi Italia

4 Ott

Non se voi siate avvezzi ad aver a che fare con la Pubbilica Amministrazione e soprattutto abbiate la sfortuna di dover ricevere soldi da qualche Ente in cambio di lavori o servizi prestati. Se siete titolari di impresa o dipendenti di una azienda privata, penso di si e allora saprete il calvario che si deve attraversare per vedersi liquidare una fattura. Ad ogni step amministrativo – inizio lavori o ordinativo, stato avanzamento lavori, emissione fattura, collaudo, pagamento fattura – ci vuole il fatidico documento gioia e dolori di tutti: il DURC o Documento Unico di Regolarità Contributiva che attesti l’adempimento del sacrosanto dovere di pagare i contributi pensionistici e previdenziali. Se non si vivesse nel paese dei furbetti dela fattura non ce ne sarebbe stato bisogno di questo meccanismo perverso. Insomma il nostro ufficio contabilità funziona a singhiozzo ogni step sopra elencatp (inizio lavori, ecc…) chiedi il DURC e se qualcosa si inceppa son cazzi amari. Insomma un meccanismo così ingarbugliato che a volte si blocca per poche centinaia di euro….E SFUGGONO I MANCATI  VERSAMENTI DA PARTE DI TRIBUTI ITALIA SPA PER 100 MILIONI?

E tutto salta fuori perchè una solerte impiegata di un piccolo comune chiede una fideiussione e la banca gliela nega. farlo prima no?

Allibita

Elisa