cose a cui non mi abituerò mai

15 Feb

Non ci siamo!

In ufficio io e le mie colleghe ci siamo fatte quello che educatamente potrei definire un “mazzo” per rispettare i tempi di lavorazione delle pratiche: tot giorni al massimo per un tipo di servizio, altri giorni al massimo per un altro. Pancia bassa a mandare tutto in pagamento o negli uffici giusti nei tempo più breve possibile perchè, da un lato, i dirigenti ti stanno con il fiato sul collo sennò perdono il LORO incentivo (il mio rispetto al loro fa ridere i polli) e, dall’altro, dare un servizio migliore agli utenti che hanno diritto a essere “serviti” bene  (giustissimamente) …..

tutto ciò premesso, la mia capa mi viene a dire che è preoccupata di far vedere ai dirigenti liste settimanali pulite, prossime allo zero perchè  potrebbero spostare qualcuno di noi in un altro ufficio…

per mancanza di lavoro????

E’ la volta che i meteoriti pioveranno su Torino, sappiatelo !

Elisa

Annunci

8 Risposte to “cose a cui non mi abituerò mai”

  1. katherine 15 febbraio 2013 a 5:40 pm #

    In effetti sono già arrivati in Russia, che ci vuole! 😀

  2. lanoisette 15 febbraio 2013 a 6:07 pm #

    li attendo con ansia! 😛

  3. sportelloutenti 15 febbraio 2013 a 6:09 pm #

    Visto Kathe

    Lanoisette, chiaramente prima mi sposto al mare :-p

    Elisa

  4. L'Economa Domestica 15 febbraio 2013 a 7:51 pm #

    Per quanto possa essere assurdo hanno fatto lo stesso discorso anche a noi per lo stesso motivo!

  5. Shunrei 15 febbraio 2013 a 10:04 pm #

    Ma è così difficile capire che se sta andando tutto così bene è proprio perchè in quell’ufficio ci sono quelle persone, e che se ne levi qualcuna poi col cavolo che il servizio continua in quel modo?
    No, mi rispondo da sola: sì, probabilmente per certa gente è troppo complicato per arrivarci…

  6. Locomotiva 16 febbraio 2013 a 5:06 pm #

    Perché a me viene in mente quella vecchissima battuta (credo di Paolo Rossi): ‘Salfgo sull’autobus a Roma, metto il biglietto nell’obliteratrice, TTLAKK! ‘Che cazzo è ‘sto rumore??’ fa l’autista’

    LO statale che lavoroa è un ossimoro, nel comune sentire…

  7. laProfe 17 febbraio 2013 a 1:23 pm #

    E se lavori e sei bravo e l’ufficio va bene, non c’è più bisogno di te, eh?
    Bella mossa, fai i complimenti ai tuoi capi.

  8. sportelloutenti 17 febbraio 2013 a 4:22 pm #

    Economa;cugine di sventura!!! Infatti stavo anche io sto pensando come te che era meglio tentare il concorso per insegnanti, anche se non saprei da che parte iniziare 😦

    Locomotiva: grande Paolo Rossi, dici che sia il caso di tornare a lavorare nel privato? Anche li vedi cose che noi umani! Lo so che non abbiamo una buona fama tra la gente, ma pazienza, “tiruma innanz” si dice così?

    Prof: esattamente come hai riassunto, i miei capi sono dei geni, e in quanto tali sono anche strapagati 😦

    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: