Archivio | 6:17 PM

E ora?

28 Feb

Le elezioni sono passate, Grillo è uscito super vincitore con una percentuale (25%) che in venti anno Craxi, ai tempi, ha visto solo con il cannocchiale, riuscendo a fare di tutto e di più con un risicato 15% al massimo per essera alla fine cacciato da un magistrato, Di Pietro, che dopo una ventina di anni di onorata carriera politica, è stato scalzato via perchè anche nel suo partito c’erano persone che hanno fatto esattamente le stesse cose che lui aveva perseguito da magistrato: utilizzare la posizione politica per arricchirsi, arricchire, maneggiare….

Non si impara mai, o si impara troppo in fretta….dipende dai punti di vista.

Massima ammirazione per colui che riesce a risalire tutti i pronostici pur avendoci ridotto in braghe di tela, nello stesso ventennio,(era un grande amico di Craxi, mica a caso)  facendomi dubitare dell’intelligenza o del livello morale ed etico dei  concittadini che lo hanno votato.

Un “fatti furbo” e apri gli occhi al mondo che cambia al PD che non ha saputo, come al solito, cogliere lo scontento e lo scazzamento totale della gente che non ne può più di cinque anni di recessione e di crisi.

Ma se Grillo non vuole votare la fiducia, se Bersani non vuole governare con Berluasconi, se, se, se…..

A quando le prossime elezioni? Un annetto?

Così mi tengo la tessera elettorale a portata di mano.

Elisa