Buona Pasqua, sempre della serie buseconomy

29 Mar

Io pranzo di solito in un piccolo bar vicino all’ufficio, cucina casalinga, buona, pochi coperti ma molto veloci nel servire. Proprio perchè ci sono pochi tavoli capita spesso di mangiare gomito a gomito con perfetti sconosciuti, che magari vedi tutti i giorni, ma non conosci. Tra questi un gruppo di persone che, presumibilmente, dovrebbero lavorare per una mutlinazionale con sedi in un po’ tutto il mondo. Oggi erano un po’ ciarlieri e allegri causa week end pasquale lungo, tutti? Non proprio, una di loro è un po’ tesa e sta in silenzio. Gli altri ragazzi cercano di coinvolgerla ma lei risponde a monosillabi. Insomma dopo un po’ la ragazza sbotta: “oggi è il mio ultimo giorno di lavoro con voi” e gli altri: “si ma la tua ditta, avrà altre commesse, no?” e la ragazza “Beh, la mia società si, ma io non so se mi confermeranno il contrattto”. il gelo è sceso sulla tavolata

Anche a me è venuto un po’ di magone, perchè ho molti colleghi “esternalizzati” soci di cooperative che svolgono lavori all’interno del mio ufficio e integrati come se fossero a tutti gli effetti dipendenti diretti, ma non lo sono e non ci pensi fino a quando non ti salutano perchè trasferiti, nelle migliori delle ipotesi, ad altro servizio presso qualche altra azienda.

Mi sono alzata dal tavolo, rinunciato al caffè e sono tornata nel mio ufficietto a meditare un po’,su cosa si potrebbe fare in un Paese dove non riusciamo a  fare manco un Governo a con contratto a chiamata?

Elisa

Annunci

4 Risposte to “Buona Pasqua, sempre della serie buseconomy”

  1. 'povna 31 marzo 2013 a 9:53 am #

    Già, nemmeno un governo trimestrale, a Co.Pro. Auguri, Elisa.

    • sportelloutenti 31 marzo 2013 a 10:19 am #

      Auguri anche a te, Povna
      Stiamo a vedere questo gruppo di grandi saggi cosa riuscirà a combinare o se serve solo a scaricare la responsabilità sul prossimo Presidente della Repubblica

  2. sherazade 3 aprile 2013 a 3:41 pm #

    Una situazione gravissima. Ovunque ed ognuno di noi (non le statistiche) tocchiamo con mano la precarietà dei nostri ragazzi.
    Davvero ci mancavano pure i saggi mentre leggo che è stato bloccato il decreto sui pagamenti dei crediti d’impresa. Sono una persona solitamente che ragiona ma – davvero – comprerei un forcone e…il resto è Rivoluzione francese.

    sheraNONnepossopiùdistoriecomelatuadovesisvendeilfuturo

    • sportelloutenti 4 aprile 2013 a 6:01 pm #

      Hai ragione da vendere, anche a me fanno venire voglia di dar di forcone a tutti
      Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: