Archivio | 4:44 PM

Performance

17 Apr

La prima volta che i nostri dirigenti ci hanno riunito per parlarci del “sistema delle performance”  le battute sono scappate un po’ a tutti, soprattutto ai colleghi maschi, ” e cosa vuole dire? Sa di equivoco…ecc…” ma non lo hanno certo detto alla dirigente che gestisce il tutto da noi, perchè con lei battute poche e se ti scappasse ti farebbe passare la voglia e ti ritroveresti non dico a dirigere il traffico perchè non siamo vigili urbani ma forse a fare archivio tutti i giorni, si. Per giustificare le famose quote di valutazione dei dipendenti fissate dal nano Brunetta 50-25-25 (un 50 di normali un 25 di sopra la media e un 25 di sotto alla media) da noi si sono inventati un sistema di “indicatori” atti a valutare se ogni dipendente “in base al lavoro che svolge, alle competenze, ruolo, eventuale posizione organizzativa ricoperta,ecc..” viene tacciato di un voto ics e così può ricevere o non ricevere un premio di risultato. Ora, l’anno scorso di insufficienti non ne ho sentito uno, almeno da noi, quelli che sono stati “super-performanti” sono ancora li che devono scansare le battute cattive dei colleghi o il “toh, questo lavoro fallo tu che sei tanto performante!” 

Ieri il dirigente ci ha convocati per dirci che dovrà valutarci nuovamente e ha messo le mani avanti all’insegna del “è una cosa spiacevole da farsi, ma mi tocca, non so come fare, chiederò ai capi ufficio” la mia capo ufficio è diventata viola e ha cercato di smarcarsi ma al momento non ci è riuscita….. Prevedo un mese di lunghi coltelli!!!!

Volete sapere qual’è la differenza economica tra l’essere sufficienti e super performanti? 38 euro lordi una tantum.

Certe Signore si farebbero una grossa risata…

Elisa