Archivio | 10:59 am

uno non è famiglia

27 Ott

Sarà che oggi ce la stanno menando in tutte le salse sulla ennesima giornata della famiglia con interviste in Piazza San Pietro di padri e madri con tre o quattro pargoli al seguito che parlano ispirati manco avessero visto la Madonna, ma io che sono single e vivo sola con madre anziana a qualche chilometro di distanza che se ha bisogno di qualcosa non corre mica il Papa ad aiutarla mi sono francamente triturata le scatole di essere considerata invisibile e anche politicamente poco spendibile. Però le mie tasse non fanno schifo e se fai la proporzione tra TARES-RITENUTE-IRES ecc…. ne pago percentualmente anche più dei miei concittadini con prole…. Forse non me ne sono accorta ma devono aver ripristinato la tassa sul celibato di mussuliniana memoria… E se anche siete la classica e ormai statiscamente dominante italica famiglia “padre-madre- e un figlio virgola tre” (dove quel virgola tre forse sarà il cane o il gatto o un cosciotto di bimbo ma la statistisca usa le virgole anche su quello che è indivisibile :-p ) sconti pochi o nulla, assegni familiari scarsetti e se li mandate a scuola vi potrebbe toccare di pagare ben 150 euro al mese per la mensa scolastica come è capitato ad una ragazza che conosco perchè siete dei ricchi reddituari avendo un “lussuosissimo” alloggio con mutuo a seguito….
Sappiate che per essere considerati famiglie con sconto al seguito su tasse, servizi pubblici, e agevolazioni sulle graduatorie dovete essere almeno in cinque “padre-matre-tre pargoli”. Ma oggi è un lusso mica da poco mantenere a scuola tre figli.
La televisione ti fa vedere quelle idilliache famiglie con cinque figli e oltre tutti sorridenti e felici con papà che lavora, mamma che sta a casa, e figli che aiutano in casa, ecc… E vabbè se uno è votato al sacrificio, siamo mica tutti uguali!!!!
Ma quante sono? Pochissime, penso con percentuali che non superano le dita di una mano….
Anche sulla famiglia vale la legge dei grandi numeri: facciamoci belli con gli aiuti alla famiglia tutta prole e focolare, tanto il 95% degli italiani o non ha figli o al massimo sono tre in casa. Ma i nonni, i vedovi-vedove, i single, i giovani senza figli, le coppie che convivono, i figli unici, sono fantasmi? Però che bravi i fantasmi italiani: pagano le tasse!
Elisa