Archivio | 5:28 PM

La collega del piano di sopra

21 Ago

E’ una bella ragazza, molto riservata, simpatica ma di poche parole, forse per timidezza. Di solito non si va più in là di un ciao, come va, ecc… Non siamo nello stesso ufficio e quindi raramente interagiamo per ragioni di lavoro. Oggi passa davanti alla porta del mio ufficio e mi fa: “posso venire a pranzo con te? Sono sola e non ho portato nulla!” e io “Ma certo, ci mancherebbe”
Insomma all’una si parte verso il self service vicino all’ufficio, ci si riempe il vassoio e si attacca a parlare. Non sappiamo nulla l’una dell’altra e un po’ di curiosità reciproca ci sta tutta.
Che sia di origine napoletana lo avevo intuito perchè l’accento non mente. Io le racconto che sono nata e cresciuta in Abruzzo anche se da genitori piemontesi e allora si verifica il seguente scambio di battute:
Collega “Abruzzo, bello i miei hanno un alloggio in un paesino di montagna sull’altopiano delle cinquemiglia”
Io: “ma dai, anche io quando ero piccola ci andavo sempre e avevamo casa anche noi in un residence “pincopallo”
Collega “Pensa un po’! Dove abbiamo casa, quale scala io la seconda!”
Io: anche io la seconda e secondo piano”
Collega: Ma daiiiiiii!!!! Anche io il secondo piano”
Morale: la collega che conosco appena, che vedo tutti i giorni, che saluto alla macchinetta del caffà, ha giocato da bambina con me nel giardinetto del residence di montagna, o a carte, o a “Barbie la Reginetta del Ballo” e non lo sapevamo!!!!!

Morale: piccolo il mondo, direi!!!!! Ho ritrovato una amichetta 🙂
Elisa