famiglie felici?

15 Mar

Avete presente i gruppi facebook “quelli che” ? Ecco io mi sono iscritta causa compleanno tondo tondo, al gruppo dei miei coetanei e parteciperò a breve alla prima cena dei coscritti della mia esistenza, cena ex compagni di classe a parte. La cena vedrà riuniti, ad oggi, una sessantina di persone provenienti da tutta Italia. Sono contenta e curiosa di conoscere di persona i miei coetanei con i quali cazzeggio a suon di post e adesivi. Ora abbiamo anticipato una cenetta dei coscritti della mia città e il risultato è stato controverso. Non fraintendetemi, mi sono divertita, è stato piacevole, la comitiva è simpatica. Tempo qualche minuto per sciogliere il ghiaccio e poi ci sono state un sacco di risate e complicità come se ci conoscessimo da tempo. Che lavoro fai, famiglia, che scuola hai frequentato, ecc…. Molto tipicamente da buoni sabaudi, i miei coscritti non hanno ancora sciolto la riserva sul partecipare o meno alla cena nazionale. Io, da parte mia, ho già versato la mia quota e, sola o in compagnia, vado.

Un fatto è stato lampante, i maschietti sono più restii a partecipare a questo genere di eventi, almeno qui in sabaudia: eravamo sette donne e un uomo. Dovevano venire altri due maschietti, ma hanno dato buca. Hanno dato conferma, prenotato, ma non si sono presentati. Bah!!!!

Scavando, scavando quello che mi ha sconcertato , mano a mano che la complicità aumentava e i racconti si sviluppavano è stato un fattore comune che accomunava le storie personali delle “ragazze” presenti:

1) quella che il marito la chiude fuori casa e la fa dormire sul pianerottolo quando lei si presenta tardi dopo una uscita o quando litigano e che una volta ha dovuto chiamare la polizia per farsi aprire.

2) quella che vive da separati in casa con il marito perchè a lui fa comodo così (ma dai!!!) e però la chiama sul cellulare e le fa una storia che non finisce più perchè non aveva capito che sarebbe uscita e lui era a casa con la figlia quindicenne da solo

3) quella che il marito l’ha piantata con una figlia invalida e su una sedia a rotelle (povera ragazza 😦 ) e lei si deve fare carico di due figlie, casa, mantenimento ecc… Gran bastardo, vero?

Le altre e l’altro avevano “solo” storie di matrimoni falliti alle spalle con strascichi di traslochi, alimenti, figli da portare in vacanza un po’ con l’uno e un po’ con l’altro genitore….

Roba da far accapponare la pelle a Papa Francesco.

Io e l’unica altra single della tavolata ci siamo guardate con un faccia da “scampato pericolo!!!”

Tra parentesi la coscritta single in questione, oltre a essere la più simpatica ed espansiva della tavolata, passa tutti i week end o ad andare a ballare, o in gita con comitiva di amici, o a sciare, ecc…..

Bastardamente ho pensato che quest’ultima,  me la coltivo :-p

Tra zitelle ci si intende!

Elisa

Annunci

Una Risposta to “famiglie felici?”

  1. lanoisette 16 marzo 2015 a 12:20 pm #

    brava Elisa! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: