Archivio | febbraio, 2016

Neanche una donna

28 Feb

Cioè il centrosinistra a Roma non candida neanche una donna alle primarie. L’unica donna che si è autocandidata è una ragazza autistica ed epilettica per voce del padre con un programma semplice e chiaro: fare una città a misura di invalido, di persona bisognosa di tutele, perché non siamo noi a dover diventare super economisti, diplomatici, superman della burocrazia per farci largo e farci valere in questo Paese, ma è il Paese che deve calarsi nei nostri panni…. Vabbè, voterei volentieri la mamma o il papà di questa ragazzina, perchè gli altri cinque candidati che si sono parlati addosso erano a dir poco penosi. Roba che se per il centrodestra si candidasse la Meloni, le basta il primo turno. Sto diventando antipolitica a mille e la cosa mi fa impressione perchè il qualunquismo l’ho sempre odiato, e non porta a nulla se non i grillini in Parlamento con in risultati che si sono e si stanno vendo. Esiste un antidoto? L’unico che mi viene in mente, per ora, è tirare un sospiro di sollievo che non voto perchè nel mio paesello quest’anno niente amministrative…. anzi, oops ho scoperto che ci sarebbe un referendum per fermare le trivellazioni in giro per cercare il petrolio sul quale vi è il silenzio assoluto. Mi dovrò informare da sola….

A proposito di invalidità ci sarebbero un tot di considerazioni da stendere con calma su come viene gestita in Italia e su alcun personali esperienze sulla 104

Cappero ho scritto un post!!!!

Elisa