giri di valzer

24 Gen

Come seguito al post precedente, perchè un seguito esiste, alla stagione dei pensionamenti di massa senza sostiuzioni neanche minime con giovani in attesa di occupazione, si è aperta la “Season” quella dei grandi balli. Io non so ballare e non ho abbastanza titoli per farlo e ne sono assolutamente esclusa. E poi questa situazione mi schifa abbastanza.
Il fatto è che andando in pensione persone a fine carriera e per la maggior parte di loro con Posizione Organizzativa o di Settore, ecco che si liberano posti e aumentano gli appetiti di chi a quei posti aspira. I più previdenti e anche i più titolati, hanno presentato la domanda di trasferimento nell’ufficio ICS attiguo a quello dove il titolare va in pensione, sperando poi di “scivolare” al momento opportuno nella posizione rimasta scoperta. Il problema è che ad avere questa brillante pensata sono stati in molti e le domande sono state tante ed è risaputo, noto e appurato che ai Dirigenti Pubblici prendere una qualsivoglia posizione o decisione e fare una scelta che accontenti qualcuno ma scontenti altri, fa piacere come beccarsi la polmonite alla vigilia delle ferie. E allora vai di “riunioni, incontri informali, colloqui” prima con il “pretendente al trasferimento” pinco e poi con panco ecc… alla insegna del “ma non si trova bene qui, ma come mai, ma cosa è successo, posso fare nulla per farle cambiare idea” arrivando a livelli indegni pur di evitare di dover scegliere, come quello – giuro – di rispolverare una vecchia di tre anni domanda di una mia collega che ha chiesto di essere trasferita perchè stufa di fare sempre lo stesso lavoro senza un minimo di considerazione. La collega aveva chiesto di partecipare ad un corso di formazione su contratti e appalti ma le era stato negato perchè mancavano i soldi, ora “Nulla osta” alla partecipazione al corso….ma non allo stesso percnè troppo caro, ma uno simile che si svolge nella stessa città, con altri docenti e spalmato su dieci giorni anzichè due. Vabbene che costa meno e non paghi la trasferta, ma ti costa dieci giorni di lavoro mancato!
Insomma roba da vomito
Ci sono poi le domande di trasferimento di quelli che all’idea di avere come superiore il tizio o la tizia in arrivo da un altro ufficio sarebbero disponibili a fare anche i pendolari in altra sede, con il risultato che un dirigente ha ricevuto contemporaneamente quattro domande di trasferimento in un ufficio che conta sei dipendenti. Non so se rendo l’idea….
E anche in questo caso si dovrà scegliere: tu si e tu no. E vale quanto scritto sopra….
Alla faccia dei disoccupati, degli esodati, che sfuggono dalla umana comprensione di molti miei stimatissimi colleghi
Elisa

Annunci

2 Risposte to “giri di valzer”

  1. sherazade 25 gennaio 2014 a 4:50 pm #

    Chi più chi meno (i più) se ne fregano dei poveri umani. Sono ben accomodati e nulla li tocca.

    ciao Eli buon fine settimana.
    shera

  2. sportelloutenti 6 febbraio 2014 a 5:06 pm #

    Ciao Shera, quanto hai ragione, purtroppo 😦
    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: