Rompiscatole da pullman

4 Nov

Si tratta di una razza di “madame” che sarebbero da sfuggire come la peste, potendo….

Vivo in una città dove il cedere il posto ad una Signora anziana è un dovere non di etichetta ma sociale e al quale, se non adempi prontamente, sei oggetto di occhiatacce a 10000 volt. Quando salgo sul pullman che dalla amena cittadina mi porta a Sabaudia di solito mi siedo verso il fondo proprio per evitare situazioni del genere, ma ogni tanto ci casco o per distrazione o per stanchezza. Oggi ero sola al capolinea di partenza e avevo un tot di pacchetti più il borsone e mi sono seduta al primo posto dietro l’autista. Seconda fermata sale la classica Madama incappottata quella, per intenderci, con borsa-scarpe-cappello-guanti in tinta, magari dell’anteguerra ma assolutamente coordinati. Si siede dietro di me e dopo neanche dieci metri mi fa:

“Signorina, posso sedermi davanti perchè soffro il pullman” Io; “Si Signora, non ci sono problemi” e mi alzo prendendo piumino, borsa, borsone ecc…e mi dirigo un po’ indietro, e lei “ma perchè si è spostata potevamo starci benissimo in due” e io “No guardi, c’è posto per tutti” e lei “ma poteva almeno aspettare che il pullman si fermasse così non  rischiava di cadere”e  io un po’ sul ringhiante “no si preoccupi già fatto”.

E il pullman procede tra paesi e poi inbocca l’autostrada.

Arrivata a Sabaudia ad ogni fermata e a tutte le persone di sesso femminile che scendevano la tipa faceva “Mi scusi è lei che ho fatto spostare, io non volevo disturbarla!”

Mi sono trascinata tutte le mie mercanzie fino alla porta di dietro e sono scesa per non ringhiarle “Se non vuole rompere le scatole alla gente, la prox volta veda di prendere il treno…. o di chiudere il becco”

Vabbè

Buon inizio settimana

Elisa

Annunci

4 Risposte to “Rompiscatole da pullman”

  1. katherine 4 novembre 2012 a 9:34 pm #

    Santa pazienza! A volte ce ne vorrebbero davvero vagoni…

  2. L'Economa Domestica 5 novembre 2012 a 9:13 am #

    Ehm… mi siedo al posto disabili e non mi muovo nemmeno con le cannonate. Sono una persona cattiva.

  3. Shunrei 5 novembre 2012 a 2:24 pm #

    Vabbè, ma se proprio aveva quest’impellenza di continuare a scusarsi… almeno fare 2 secondi di mente locale per ricordarsi chi eri e non scassar l’anima a mezzo pullman!! Ecco, in questo caso mi piacerebbe anche sapere se l’autista dell’autobus ha un suo blog… chissà come s’è divertito pure lui… 😀

  4. sportelloutenti 6 novembre 2012 a 5:56 pm #

    Veramente dei vagoni, Kathe 😦

    Economa: io degli invalidi utilizzo il mio personale permesso parcheggi che oggi è anche con tanto di foto e valido in tutta Europa. Era ora che lo personalizzassero così non mi tocca più litigare con imbecilli che vedendomi non sulla carrozzella si ergono a giudici, Una volta uno l’ho ridotto un nanerottolo a parole.

    Shunrei: se lo becco di nuovo l’autista glielo chiedo 🙂

    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: